Sei in » Cronaca
25/01/2017 | 12:37

Un 41enne dovrÓ difendersi dalle accusa di maltrattamenti in famiglia. Avrebbe minacciato i genitori con un coltello da cucina per ottenere una somma di denaro. Repentina la chiamata ai Carabinieri di Martano, intervenuti subito sul posto.


Operazione dei Carabinieri di Gallipoli


Castrignano dei Greci. Ieri pomeriggio a Castrignano de’ Greci si è consumato l’ennesimo caso, nel Salento, di maltrattamenti in famiglia. Le forze dell’ordine, infatti, raccontano d’un episodio sfociato in una violenta minaccia aggravata dall’uso di un coltello da cucina, culminato poco dopo nell’arresto dell’autore. L’episodio – riferiscono sempre gli operatori – sarebbe stato l’apice di una serie di comportamenti ed avvenimenti che hanno visto protagonista un 41enne, pregiudicato, sorvegliato speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno in quel medesimo comune.

Da tempo i genitori dell’uomo, costretti a sopportare i comportamenti del figlio, avevano riferito ai militari della Stazione di Martano che la situazione, sebbene ancora circoscritta entro certi limiti di sopportazione, stava visibilmente degenerando. Non sono trascorsi molti giorni. Infatti ieri mattina l’uomo avrebbe nuovamente effettuato una  prepotente richiesta di denaro ai genitori. Questa volta però avrebbe pensato di utilizzare un coltello da cucina per minacciarli ed ottenere una somma di denaro verosimilmente necessaria all’acquisto di sostanza stupefacente (stando a quanto ipotizzato dai Carabinieri), visti i suoi trascorsi.

Questa volta i genitori del 41enne non hanno esitato a contattare il 112 che in pochi minuti ha inviato sul posto i militari della Stazione di Martano, già al corrente della delicata situazione.

L’intervento dei Carabinieri ha consentito di bloccare l’uomo, trarlo in arresto e sequestrare l’arma bianca utilizzata per compiere i reati in parola.




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |